lunedì 8 luglio 2013

Trasloco

Dunque. Sto cercando di portare i miei vecchietti ad abitare vicino a casa mia e siamo in piena fase trasloco. Nonni, annessi e connessi. E dato che gli annessi e connessi comprendono 85 anni di storia (i miei sono nati nel '28), la questione assume un aspetto complicato.
Ieri è stata la volta di box e cantina. Nel box, sia mio marito sia mio padre, hanno il vizio di conservare tutto quello che può contenere un box, tranne le auto, che proprio lì dentro non ci stanno. E già da qui, uno può avere una vaga idea di che cosa significhi organizzare un trasloco in queste condizioni.
Una delle cose più inquietanti è stata l'ora e mezza trascorsa a tirar via tutti (...tutti?) i chiodini minuscoli   sparpagliati sulla rampa, proprio in traiettoria gomme delle auto in continuo via vai: il vecchio scatolone di cartone ingrigito non ha retto il peso del miliardo di chiodini contenuti e ha ceduto di schianto. Dato che i chiodini sono rotondi e leggeri, siamo riusciti a trovare chiodini anche questa mattina, in giardino e sulle scale di casa. Stiamo cercando di intuire chi sarà la prima vittima tra i condomini e di che tipo sarà il danno. Stiamo tutti puntando sulla signora Gina (ogni condominio ha una "sua" signora Gina che rende la vita difficile a tutti gli abitanti del circondario...!).
Dichiarate concluse le ricerche dei chiodini, ho notato che mio papà e mio marito erano chini ad ammirare "il ben di Dio" che ora invade ogni millimetro cubo del nostro habitat. In particolare erano in piena estasi per un gruppo di "variatori" (un "variatore" è quel coso che tu giri e la luce si alza o si abbassa): questo gruppo di variatori erano stati fatti da mio papà partendo dalle scatole delle caramelle (che quindi non si possono "assolutamente" buttare!). Nell'entusiasmo, mio papà si è lasciato sfuggire che in realtà, in tanti anni quelle caramelle non gli sono mai piaciute gran che, ma avendo una scatolina di latta che si adattava benissimo a un miliardo di usi, se ne è riempito la casa, cercando di offrire a tutti il contenuto. Quindi, ora ho il box pieno anche di scatoline di caramelle in latta vuote.
Ora, di tizi fatti così ne ho in casa due: mio marito e mio padre.
Non è che qualcuno mi offrirebbe asilo da qualche parte? Va benissimo un angolino del balcone... La cuccia del gatto... Purchè non sia un box, per piacere!

Sono fortunata: mi hanno appena offerto due balconi e il cuscino del gatto. Qualcuno però mi chiede se russo (probabilmente il gatto soffre d'insonnia...). No. Non russo.
Posta un commento